Riapertura della tratta ferroviaria Cadenazzo – Luino

0
147

Le FFS, al termine del periodo di sbarramento totale della linea tra giugno e dicembre 2017, hanno portato a completamento la prima fase dei lavori di rinnovo dell’infrastruttura. I lavori proseguiranno nel 2018 e 2019.

In concomitanza con il cambio orario ha riaperto la tratta ferroviaria Cadenazzo – Luino. E’ terminata così secondo programma la prima e intensa fase dei lavori di ammodernamento dell’infrastruttura.

Nel corso di questi primi sei mesi di cantiere sono stati costruiti e/o ampliati tra Contone e San Nazzaro 14 manufatti ferroviari tra ponti, tombini idraulici, sottopassi e muri di sostegno. E’ stato completato l’ammodernamento degli impianti di trazione elettrica e binario tra Contone e Ranzo confine ed ultimato l’ammodernamento degli impianti di accesso treni della stazione di Magadino-Vira e delle fermate di Quartino, San Nazzaro, Gerra e Ranzo.

Oltre 40 aziende tra imprese appaltatrici, subappaltatori e fornitori sono state impegnate nei cantieri del progetto, con picchi di 250 unità di personale impegnato nei lavori su più turni e anche in notturna.

Le FFS ringraziano i residenti e la clientela per la comprensione mostrata durante la prima fase dei lavori, il Comune di Gambarogno per la preziosa collaborazione e l’Impresa generale Consorzio Alto Verbano (CAV) per l’impegno profuso in questi sei mesi di attività senza sosta.

Con la riapertura del 10 dicembre, in concomitanza con il cambio orario, il progetto di ammodernamento dell’infrastruttura ferroviaria del Gambarogno ha raggiunto così un’importante pietra miliare. Il progetto non è tuttavia ancora concluso. I lavori proseguiranno ancora nel 2018, con interruzioni diurne della tratta da lunedì a sabato sino a fine Aprile con collegamenti garantiti da bus sostitutivi, e nel 2019 con le attività di ultimazione.

Info

KOMMENTIEREN - commenter - commentare

avatar
  Abonnieren  
Benachrichtige mich zu: