FART viaggia verso il futuro con otto nuovi treni

0
330

Il Dipartimento del territorio (DT) e l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) hanno approvato la domanda preliminare presentata dalle Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi SA (FART) per l’acquisto di otto nuovi treni. I nuovi convogli sostituiranno integralmente l’attuale materiale rotabile ed entreranno in servizio entro il 2023 sulla linea Locarno-Intragna-Domodossola.

L’acquisto del nuovo materiale rotabile, reso necessario primariamente dall’esigenza di rispondere ai requisiti imposti dalla Legge sull’eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili (LDis), rappresenta per le FART un importante passo verso il futuro.

«La nostra missione è garantire al nostro passeggero l’esperienza di un viaggio puntuale, confortevole e sicuro»

afferma Paolo Caroni, presidente del Consiglio d’amministrazione delle FART

«vogliamo offrire alla nostra clientela un servizio adeguato ai nuovi bisogni e conforme al mutare delle esigenze e delle abitudini, sia dell’utente del trasporto pubblico pendolare, sia dell’utente turistico.»

I nuovi treni saranno progettati secondo standard di costruzione elevati in grado di accogliere anche le più performanti tecnologie d’informazione. Un’attenzione particolare sarà inoltre posta al comfort di viaggio, alla sicurezza e alla creazione di vani multifunzionali. L’acquisto prospettato prevede quattro composizioni a 4 elementi e quattro a 3 elementi.

«L’ammodernamento del materiale rotabile è un elemento chiave dello sviluppo del trasporto pubblico nel nostro Cantone»

sottolinea Claudio Zali, presidente del Consiglio di Stato e direttore del Dipartimento del territorio,

«con le nuove composizioni le FART potranno rispondere in modo più efficiente e performante a una domanda di trasporto pubblico crescente, anche in vista dell’introduzione del servizio regionale a cadenza semi-oraria Locarno – Ponte Brolla – Intragna in coordinamento con l’offerta TILO Locarno – Bellinzona/Lugano prevista nell’ambito del Programma di agglomerato del Locarnese di terza generazione.»

La messa in servizio dei nuovi treni, sulla linea regionale Locarno-Camedo e sulla linea internazionale Locarno-Domodossola, è prevista entro la fine del 2023.

KOMMENTIEREN - commenter - commentare

avatar
  Abonnieren  
Benachrichtige mich zu: