Linea Giubiasco – Locarno: al via i lavori per la nuova fermata FFS S. Antonino

0
230

Ha preso avvio a fine maggio il cantiere per la realizzazione della nuova e moderna fermata FFS a S. Antonino. Da fine 2020, con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri, da S. Antonino sarà quindi possibile raggiungere direttamente Lugano, senza più cambiare il treno a Giubiasco. 12 milioni di franchi è l’investimento complessivo, finanziato dal Canton Ticino e dalla Confederazione, con contributi della Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese e del Comune di S. Antonino.

Da qualche settimana si lavora alacremente a S. Antonino per realizzare la nuova fermata FFS. Con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri e l’introduzione del collegamento diretto tra Locarno e Lugano (grazie alla bretella di Camorino non sarà più necessario cambiare treno a Giubiasco) è stato previsto lo spostamento di circa 350 metri in direzione sud dell’attuale fermata, in prossimità della zona industriale e commerciale. Grazie a questo spostamento, i treni che passeranno attraverso la nuova galleria potranno fermarsi anche a S. Antonino (ciò non sarebbe stato possibile nell’attuale ubicazione).

S. Antonino avrà quindi una nuova fermata ferroviaria, più moderna e accessibile, in particolare per la clientela con mobilità ridotta, perché priva di barriere architettoniche. Ci saranno due marciapiedi di 220 metri di lunghezza, parzialmente coperti, che permetteranno l’accesso piano ai treni regionali TILO Flirt. Questi saranno raggiungibili sia da scale che da rampe di accesso prive di ostacoli e saranno collegati da un sottopasso. La fermata risponderà ai moderni standard FFS: sistemi di informazione alla clientela con monitor, distributori automatici di ultima generazione e due sale d’attesa chiuse. Lungo via Lischedi, strada parallela alla ferrovia che sarà adibita esclusivamente alla mobilità lenta, è previsto un posteggio coperto per biciclette.

L’investimento complessivo ammonta a 12 milioni di franchi circa. Trattandosi di un intervento che rientra nel Programma d’agglomerato del Bellinzonese di 2a generazione (PAB2) l’intervento è finanziato da Cantone Ticino e Confederazione, con contributi della Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese e del Comune di S. Antonino.

È da segnalare che la nuova fermata sarà collegata con la linea bus urbana 3 Bellinzona – S. Antonino Centri commerciali, il cui tracciato subirà una modifica, e con la nuova linea 213, S. Antonino FFS-Paiardi-Vigana-Giubiasco FFS, che servirà la collina. A tale scopo, l’anno prossimo prenderanno avvio anche i lavori per la realizzazione di una fermata bus con relativa piazza di giro su via Gorelle. Nell’ambito di questo intervento è prevista pure la realizzazione di P+Rail, con 37 posteggi per automobili e 24 posti per scooter.

La nuova fermata entrerà in servizio a settembre 2020.

KOMMENTARE

avatar
  Abonnieren  
Benachrichtige mich zu: