Bellinzona: Sono iniziati i lavori al nodo di San Paolo

0
60

Con un investimento di circa 100 milioni sono iniziati il 9 gennaio 2017 i lavori di ampliamento dello scalo merci di Bellinzona-San Paolo. I provvedimenti sono previsti nell’ambito dello sviluppo delle infrastrutture ferroviarie (ZEB/SIF) per aumentare la capacità sull’asse nord-sud del San Gottardo. Tra i vari lavori, il nodo ferroviario di San Paolo sarà potenziato con nuovi binari da 750 metri per il traffico merci.

Il progetto del nodo ferroviario di Bellinzona-San Paolo rappresenta un’opera d’importanza strategica per il trasporto ferroviario delle merci lungo l’asse nord-sud del San Gottardo. Con la messa in esercizio della Galleria di base del San Gottardo, lo scorso dicembre, e della Galleria di base del Monte Ceneri, nel 2020, è atteso un forte aumento del traffico su rotaia, sia merci che viaggiatori. Gli interventi previsti al nodo San Paolo permettono di rispettare l’orario pianificato e la qualità del servizio offerto alla clientela.

Rinnovo dell’infrastruttura per 100 milioni di franchi
Il cantiere, che ha preso avvio il 9 gennaio 2017, è situato presso lo scalo merci di San Paolo (Bellinzona) per un’estensione di circa 1.85 km. I lavori di ammodernamento del nodo merci contemplano il prolungamento a 750 metri degli attuali binari di sorpasso per il traffico merci, il rinnovo di binari, la realizzazione di binari di ricovero per le locomotive e di nuovi scambi. Per quanto concerne le opere di genio civile sono previsti la realizzazione di muri di sostegno, l’adattamento delle scarpate su terreno ferroviario, il prolungamento di sottopassi stradali esistenti e la posa di nuovi ripari fonici in sostituzione degli attuali. La fine dei lavori è prevista per marzo 2020 e l’investimento complessivo per i lavori di realizzazione del progetto è di circa 100 milioni di franchi.

Gli interventi saranno eseguiti gestendo il traffico e mantenendo i collegamenti ferroviari lungo l’asse nord-sud. Lo scalo merci di San Paolo per FFS Cargo è un punto d’esercizio fondamentale per il cambio personale locomotive e cambio locomotive. Al fine di garantire le tempistiche e le fasi di lavoro programmate, dallo scorso 11 dicembre 2016 e per tutta la durata dei lavori la sede di FFS Cargo di Bellinzona è stata quindi trasferita da San Paolo a Biasca.

Numerosi cantiere sull’asse del San Gottardo fino al 2020
La messa in servizio della nuova galleria del San Gottardo dell’11 dicembre 2016 è la tappa più importante del rinnovamento dell’asse nord-sud del San Gottardo. Entro la messa in servizio della galleria di base del Monte Ceneri e del corridoio di 4 metri a fine 2020, sulle tratte d’accesso alle due gallerie di base tra Basilea e Chiasso verranno realizzati circa 25 progetti di costruzione. Grazie a numerosi provvedimenti riguardanti il materiale rotabile, i cantieri e l’esercizio, le FFS faranno in modo di contenere al massimo l’impatto dei progetti sui clienti fino alla loro conclusione.

Lavori notturni
Per non perturbare eccessivamente la puntualità del traffico ferroviario diurno, sarà necessario effettuare parte dei lavori di notte. Le FFS faranno il possibile per eseguire di notte interventi con basse emissioni foniche. Durante i lavori le FFS adotteranno tutte le misure necessarie per ridurre la propagazione dei rumori di cantiere.

Info

KOMMENTIEREN - commenter - commentare

avatar
  Abonnieren  
Benachrichtige mich zu: